gianfranco_guazzi_natura02
Andrea_Diani_Natura02
Claudia_Aiello_natura01
Stefano_Aramini_home08
Silvia_Trifilio_natura01
lago di bilancino_LEOPOLDO_CECCHI_NATURA_11
Stefano_Aramini_natura02
Andrea_Diani_Natura03
Stefano_Aramini_natura01
gianfranco_guazzi_natura01
Stefano_Aramini_natura02
gianfranco_guazzi_natura02
Silvia_Trifilio_natura01
Andrea_Diani_Natura03
lago di bilancino_LEOPOLDO_CECCHI_NATURA_11
Claudia_Aiello_natura01
gianfranco_guazzi_natura01
Andrea_Diani_Natura02
Stefano_Aramini_natura01
Stefano_Aramini_home08
  • Il percorso:
    Marradi - Casanova - Pergole - Marradi
  • Tempo di percorrenza: 1,00 / 1,30 ore
    (percorso lungo 2 - 3 ore)
  • Dislivello: 230 m (percorso lungo 430 m)
  • Sentieri utilizzati: tratto non segnalato, 517.
  • Difficoltà: Passeggiata per tutti fino al castagneto di Casanova, più impegnativo e riservato ad escursionisti il panoramico percorso lungo
Nei CastagnetiNei Castagneti

Da Marradi (328 m) si seguono a piedi le indicazioni per San Benedetto in Alpe imboccando Via San Benedetto e camminando sull’asfalto per poche centinaia di metri. Nei pressi di un manufatto arancione si prende la pista sterrata a destra che sale dolcemente compiendo una lunga diagonale. La via effettua poi un’ampia svolta a destra ed entra in una bella e verde valletta. Già visibili, tutto intorno, secolari castagneti da frutto ben curati. Lasciate sulla destra le case di Val Cuccia (389 m) si continua con la via principale a risalire la valle che va allargandosi. Arrivati sotto a Casanova, nel momento in cui la pista compie una secca curva a sinistra, proprio davanti a due baracche in metallo, si prende a destra una traccia che entra in un prato passando accanto ad un caseggiato in sasso. Si supera quindi una recinzione, sempre aperta, e si inizia a salire nel bosco di castagni.

natura_olio_giannini_03G. Giannini - Strada da fare

Veramente belle alcune piante, con il tronco dal grande diametro e la chioma verde ed estesa. Si sale dritti, dirigendosi verso un visibile fontanile in sasso. Giunti alla fontana, ottimo punto dove sostare all’ombra dei castagni (530 m), si decide se continuare o se tornare subito a Marradi.

Chi continua deve prendere a destra la pista sterrata che passa poco sopra la fontana e salire sempre tra enormi castagni. Incontrata una pista di uguale importanza la si prende a destra e si arriva ad una piccola fontana.Ora si va a sinistra e da qui in avanti si segue sempre la via principale, in forte salita. Il castagneto curato termina ma si continua tra i castagni che crescono selvatici lungo i versanti del Monte Rotondo. Poco dopo sulla pista confluiscono i segnavia bianco-rossi che provengono dalla Badia del Borgo e che portano a Marradi. Seguendoli, si continua sulla via principale, tagliando i versanti del Monte Scarabattole ed arrivando ad un cancello per il bestiame (750 m).
Superatolo, la via si trasforma in angusto sentiero discensivo. Con questo si arriva ad una sella e da qui si prosegue per un buon tratto nei pressi del crinale. Quindi il sentiero segnato piega a sinistra e scende fino alle Pergole (614 m). Seguendo sempre i segnavia bianco-rossi si raggiunge un altro gruppo di case a cui giunge una sterrata e si continua in costa, alti sopra Marradi. Si toccano numerosi poderi sparsi sulla montagna e infine si scende decisamente ritornando a Marradi.

Mugello in pills

Discover Mugello in your next holiday in Tuscany, suggestions for spending 1, 3 or 5 days in Mugello

 

       

Guide del Mugello


Potete richiedere gratuitamente on-line le guide del Mugello!

 

Find us on facebook