BATTITURA DEL GRANO_LEOPOLDO_CECCHI_ARTI E MESTIERI_03
ANTICA BOTTEGA DI COLTELLI_LEOPOLDO_CECCHI_ARTI E MESTIERI_02
ARTI E MESTIERI_
Claudia_Aiello_arte e mestieri02
mola
lavanda-salaiole-01-new
DSC_4182
Stefano_Aramini_Arte-Mestieri01
pietra serena
ceramiche
Stefano_Aramini_Arte-Mestieri01
ANTICA BOTTEGA DI COLTELLI_LEOPOLDO_CECCHI_ARTI E MESTIERI_02
DSC_4182
Claudia_Aiello_arte e mestieri02
mola
BATTITURA DEL GRANO_LEOPOLDO_CECCHI_ARTI E MESTIERI_03
ARTI E MESTIERI_
ceramiche
pietra serena
lavanda-salaiole-01-new

Piastrelle della Pecchioli CeramicaPiastrelle della Pecchioli CeramicaNel Mugello la tradizione della ceramica ha radici molto antiche. Già ai primi del ‘500 Pierfrancesco de’Medici fece sorgere, presso la villa di Cafaggiolo a Barberino, una fabbrica di ceramiche con fornace e bottega attiva fino al 1599. Altre fornaci esistevano nei dintorni della villa, al Castello del Trebbio e forse a Montecarelli. Producevano vasellame con le caratteristiche di quello mediceo (come il piatto conservato nel Museo Nazionale del Bargello a Firenze con la scritta “A Gagliano fatto A.1551”).

 

Per Cafaggiolo comunque ci sono documenti che attestano l’esistenza di due fornaci. Una che produceva solo materiale di uso corrente per il Palazzo; l’altra, da cui uscirono i ben noti capolavori con il preziosissimo segreto del colore rosso, era attigua al Castello ed organizzata attorno un lungo porticato dove venivano fatte asciugare le maioliche. Si trovava nell’elegante lungo edificio posto a sinistra guardando la villa, attualmente occupato dalla scuderia, dai granai e dalla tinaia. A riprova dell’antico uso produttivo, una grande quantità di frammenti di maioliche fu ritrovata sotto il vano attiguo alla cappella, durante i lavori di trasformazione della fornace nell’attuale tinaia, iniziati dal Principe Borghese nel 1887 e proseguiti anche in epoca recente.

 

All’inizio del ‘900 inizia nel Mugello l’attività ceramica della famiglia Chini a Borgo San Lorenzo. Galileo Chini e Piero e Chino Chini fondarono le “Fornaci San Lorenzo” dove intrapresero la produzione della ceramica e la produzione di vetrate con grande successo. Galileo Chini divenne tra i massimi esponenti del Liberty italiano e nel 1906 la sua fama di artista raggiunse anche l’oriente.

La decorazione ...
Piastrelle dell...
Piastrelle dell...
Piastrelle dell...
Piastrelle a lu...

 

Oggi, la produzione della famiglia Chini è stata rilevata dalla società Franco Pecchioli Ceramica di Firenze che realizza pavimenti e rivestimenti di pregio.

 

La famiglia Chini continua, però, a dedicarsi alla produzione di piccoli capolavori in ceramica come vasi, piatti, portagioie e vassoi esposti nello showroom di Borgo San Lorenzo accanto al laboratorio. Anche altre aziende nel Mugello continuano a lavorare la ceramica facendo così rivivere l’antica tradizione.

 Show room: Via Faentina, 1 Borgo San Lorenzo
tel. 055 8459359 - fax 055 8494406
fabbrica@pecchioliceramica.it
www.pecchioliceramica.it

Mugello in pills

Discover Mugello in your next holiday in Tuscany, suggestions for spending 1, 3 or 5 days in Mugello

 

       

Guide del Mugello


Potete richiedere gratuitamente on-line le guide del Mugello!

 

Find us on facebook