DSC_2488
CHIESA DI LUCO M.LLO_LEOPOLDO_CECCHI_CULTURA_01
Borgo San Lorenzo 0005
Paolo_Marracchi_cultura01A
vetrata cappellina salaiole
museo chini
PIEVE DI S.AGATA_LEOPOLDO_CECCHI_CULTURA_04
Stefano_Aramini_cultura01
villa pecori
leprino
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
museo chini
PIEVE DI S.AGATA_LEOPOLDO_CECCHI_CULTURA_04
CHIESA DI LUCO M.LLO_LEOPOLDO_CECCHI_CULTURA_01
villa pecori
DSC_2488
vetrata cappellina salaiole
leprino
Borgo San Lorenzo 0005
Paolo_Marracchi_cultura01A
Stefano_Aramini_cultura01
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

La Rocca, Firenzuola

Al di là dell’Appennino è Firenzuola, “terra nuova” fondata nel 1350 da Firenze a controllo della via per Bologna. Su queste montagne il 17 Settembre 1944 gli alleati sfondarono la Linea Gotica conquistando il Monte Altuzzo.

Gli amanti della storia recente potranno visitare lo Spazio Culturale "La Guerra e La Memoria" al secondo piano dell'ex-Seminario; anche il Museo storico etnografico di Bruscoli, insieme a reperti archeologici e della civiltà contadina, ne conserva alcuni relativi della Seconda Guerra Mondiale. Imperdibile ed emozionante il Cimitero Militare Germanico del Passo della Futa, inaugurato nel 1969, che in estate ospita rassegne teatrali.

Nel centro del paese il Museo della Pietra Serena ospitato nei sotterranei della Rocca medievale, raccoglie le testimonianze dell'antica tradizione scalpellina e dell'importanza della pietra serena estratta nelle cave del territorio.

A Firenzuola vengono servite gustose ricette tipiche a base di funghi e cacciagione e una vasta scelta di prodotti biologici nel mercato del lunedì: carne, farro biologico, latte biologico (siamo sulla Via del Latte!) e la famosa patata bianca, ingrediente dei tortelli mugellani.

Chi ama la tranquillità e la natura, potrà visitare l’Oasi di Covigliaio per avvistare i mufloni, la vetta Sasso di Castro, fermandosi al ritorno nel Piccolo Museo di Covigliaio, collezione privata di oggetti del passato. Dal Passo della Futa seguire il percorso della Via degli Dei, con tratti del basolato della Flaminia militare. Da non perdere il Museo del Paesaggio Storico dell’Appennino ospitato nell’antica Badia Vallombrosana del 1035 di Moscheta, da cui partono sentieri da percorrere a piedi e a cavallo, lungo il canyon della Val d’Inferno.

 

Per ulteriori informazioni

dove dormiredove mangiaresito web

Mugello in a nutshell

Discover Mugello in your next holiday in Tuscany, suggestions for spending 1, 3 or 5 days in Mugello

 

       

Guide del Mugello


Potete scaricare gratuitamente on-line le guide del Mugello!

 

Our social profiles