Borgo San Lorenzo 0005
leprino
vetrata cappellina salaiole
villa pecori
CHIESA DI LUCO M.LLO_LEOPOLDO_CECCHI_CULTURA_01
Paolo_Marracchi_cultura01A
PIEVE DI S.AGATA_LEOPOLDO_CECCHI_CULTURA_04
Stefano_Aramini_cultura01
DSC_2488
museo chini
villa pecori
Paolo_Marracchi_cultura01A
Borgo San Lorenzo 0005
Stefano_Aramini_cultura01
vetrata cappellina salaiole
DSC_2488
PIEVE DI S.AGATA_LEOPOLDO_CECCHI_CULTURA_04
CHIESA DI LUCO M.LLO_LEOPOLDO_CECCHI_CULTURA_01
leprino
museo chini

Sant’Agata – Compagnia di San Jacopo

 

Manifattura fiorentina, Ostensorio del XVIII secoloManifattura fiorentina, Ostensorio del XVIII secoloQuest’esposizione è nata dalla necessità di tutelare e valorizzare le numerose opere provenienti da tabernacoli e chiese abbandonate del territorio santagatese nonchè preziose testimonianze della vita artistica della pieve. Così la raccolta si pone come prosecuzione del più grande “museo” che è la chiesa stessa, insigne monumento del romanico mugellano arricchito al suo interno da importanti opere d’arte (tarsie marmoree del XII secolo, tavole dipinte di Jacopo di Cione e Bicci di Lorenzo, ecc.).

La raccolta d’arte sacra è ospitata nell’oratorio della Compagnia di San Jacopo, un edificio del primo cinquecento posto sul lato sinistro del sagrato. L’interno è costituito da un ampio vano a pianta rettangolare nel quale sono collocate pitture e sculture di tipologie ed epoche diverse.
Entrando, a destra, sono esposte le pale d’altare di scuola fiorentina databili dal XVI al XVIII secolo.

Di fronte all’ingresso in un tabernacolo ligneo cinquecentesco, il Matrimonio Mistico di Santa Caterina, di Bicci di Lorenzo (1430 ca.); sulla stessa parete e su quella corrispondente trovano posto gli affreschi e le rispettive sinopie staccati da un tabernacolo del primo quattrocento, posto all’antico ingresso del paese.

Al centro due strutture autoportanti accolgono una Madonna col Bambino e San Giovannino, una terracotta policroma di Giovanni della Robbia (sec. XVI), una tavola del Maestro di Signa (sec. XV), un San Michele del seicento fiorentino e l’unica opera conosciuta di “Nicholaus”: una Madonna col Bambino, San Gavino e San Miniato, datata 1345.

Il vano si conclude con una piccola abside affrescata, al centro della quale è stata ricollocata la Madonna col Bambino, San Jacopo e Sant’Agata attribuita all'ambito di Ridolfo del Ghirlandaio (sec. XVI).
L’esposizione prosegue nella sagrestia dove sono raccolti gli arredi liturgici: calici, turiboli, ostensori, reliquiari fanno corona al pezzo più antico ed importante: una croce astile datata 1378.

 

 
 
 
 

RACCOLTA DI ARTE SACRA
Via della Pieve, 3 - Sant'Agata (Scarperia)

Informazioni:
Mu.S.A. Musei Sant'Agata tel. 055 8406853 - 055 8406794
www.museisantagata.it 

Orario

Per l'orario di apertura del Museo clicca qui

Mugello in pills

Discover Mugello in your next holiday in Tuscany, suggestions for spending 1, 3 or 5 days in Mugello

 

       

Guide del Mugello


Potete richiedere gratuitamente on-line le guide del Mugello!

 

Find us on facebook